copertina_1600x1135

Nel periodo in cui venne affidata la fornitura dei cavi 380 kV alla società PIRELLI, la Centrale idroelettrica di San Giacomo sul Vomano era in fase di costruzione. Era un ampliamento dell’esistente impianto di S. Giacomo che sfruttava il salto idraulico fra i diversi invasi artificiali di Provvidenza e Piaganini. L’impianto fa parte di un sistema di utilizzazione idroelettrica del fiume Vomano, comprendente tra le centrali di Provvidenza, S. Giacomo e Montorio, regolate in testa dal serbatoio pluriennale di Campotosto.

Oggetto della commessa era la fornitura di due collegamenti a 380 kV, comprensivi dello studio di progettazione e fornitura della carpenteria metallica per il passaggio cavi nel pozzo.

Il lavori erano necessari all’ampliamento per la costruzione di una nuova sala macchine in caverna affiancata a quella già esistente. In essa verranno installati i due nuovi gruppi generatore/turbina Pelton (280 MW) e generatore-motore/turbina-pompa pluristadio (60 MW) entrambi ad asse verticale.

L’accesso alle zone di montaggio era in diversi punti:

  • Galleria di accesso alla centrale a q. 402 m s.m. (base pozzo cavi q. 405,00 m s.m.);
  • Galleria – finestra intermedia a q. 716 m s.m.;
  • Galleria – finestra di Collepiano a q. 973 m.s.m.;
  • Testa del pozzo cavi a q. 1030 m s.m.

La società C.E.B.A.T. S.r.l. è affidataria delle opere civili di posa cavo e di fornitura e posa di tutta la carpenteria metallica.

Centrale Idroelettrica “Ignazio Silone” San Giacomo al Vomano
Date

1 gennaio 1999

Client

Enel

Category

CONCLUSI